77 Flares 77 Flares ×

.
Scrivere

orario-pubblicazione-post-blogIl momento per scrivere un post è uno dei maggiori crucci di ogni blogger: rassegnarsi ad essere vittima delle creatività, di quel momento fugace in cui il nostro demone ci concede la sua ispirazione oppure organizzarsi in modo tale da ritagliarsi un “momento scrittura” nella quotidianità?

A mio avviso dipende dallo scopo del nostro blog, se l’unico scopo è quello di raccontare qualcosa e volete essere un “blogger narrativo” il mio consiglio è di abbandonarsi alla creatività ma se invece il nostro blog è per noi e per il nostro lavoro uno strumento di personal branding e socializzazione allora organizzarsi è fondamentale. E’ necessario cercare di abituarsi, tramite un esercizio costante, a produrre quasi sempre, o perlomeno spesso, contenuti di qualità a prescindere dall’ispirazione.

Se siete tra quelli che si devono organizzare evitate di infilare la scrittura tra una consegna di lavoro e l’altra, tra un email e un preventivo. Va rispettata e richiede un momento tranquillità, fossero anche solo 10 minuti devono essere 10 minuti pieni … e di qualità.

Un suggerimento per tutti: fatevi una playlist musicale ad hoc per il blogging, la musica aiuta ad isolarsi, stimola il buon umore e l’emotività… i vostri post verrano più belli. Nella mia, che è un gran minestrone, spazio da Jack Johnson alle colonne sonore originali dei film.

.
Pubblicare

In base alla mia esperienza il momento migliore per pubblicare un post è la mattina presto, all’incirca tra le 9 e le 10:30 del mattino. Non appena acceso il computer le persone sono più predisposte a fermarsi due minuti per vedere cosa c’è di nuovo… la vostra fortuna sarà essere una delle loro scelte in quei due minuti. Pubblicare un post presto inoltre gli permetterà di diffondersi durante la giornata e avere una vita “naturale” (spiegherò dopo questo termine) più lunga. 

Se avete una newsletter automatica legata al vostro blog fossi in voi valuterei di impostarne la spedizione non al momento della pubblicazione del post ma piuttosto la notte così che la mattina seguente i vostri lettori possano trovare il post del giorno prima nella loro casella e aiutarvi oltretutto a rilanciarlo spontaneamente.

.
Condividere

Viviamo in un brutto mondo, dobbiamo farsene una ragione e accettare il fatto che i social network hanno sostituito l’iscrizione ai feed rss di un blog quindi il momento della condivisione di un post sui social network va pensato per bene.

Io suggerisco di: fare una prima condivisione al momento della pubblicazione del post sul blog, in linea teorica quindi nella prima parte della mattinata… tenendo però presente che ad esempio in Facebook, il picco di presenze (e quindi di interazione) si registra dopo pranzo e verso l’ora di cena, le 20:00 circa fino a diminuire lentamente intorno alle 22:30. Useremo queste due fasce orarie per rilanciare successivamente il nostro post. Twitter invece è più costante costante nell’arco della giornata per quanto riguarda l’attività degli utenti.

orari-maggiore-interazione-facebook

Ogni pagina Facebook ha una community a parte con orari e abitudini proprie ma in linea di massima questo grafico di una delle pagine Facebook che gestisco è molto indicativo delle abitudini generali degli utenti.

La prima pubblicazione serve per permettere al vostro post di diffondersi viralmente da solo, se ciò non accade potete fare una prima “ri-condivisione” dopo pranzo, verso le 14:00 circa, magari allegando al Tweet o allo stato Facebook una considerazione personale ispirata dai primi commenti lasciati al post. Altra opzione: armatevi di pazienza e fate la prima “ri-condivisione” la sera, vero l’ora di cena, un momento che per alcuni contenuti (soprattutto quelli emozionali) sembra funzionare davvero molto bene.

Importante: non ri-condividete il post con le stesse parole con cui lo avete condiviso la prima volta la mattina presto! Variate sempre e cercate di dare ad ogni condivisone un valore aggiunto.

Altre condivisioni possono essere fatte nei giorni successivi o a distanza di molto tempo ma cercate di contestualizzarle e proponetele in una forma diversa, ad esempio allegate un’immagine, giocate con le domande dirette agli utenti, con le citazioni o con l’ironia.

Queste ri-condivisioni vi permetteranno di prolungare la vita “naturale” di un post… è il vantaggio di un ruolo sempre più prepotente dei social network nella fruizione di Internet e dei suoi contenuti.

Su questa pagina trovi diversi libri e manuali che potrebbero essere di aiuto a te e al tuo blog!

Mattia Marasco

immagine | alquemyenterprises.com.mx

The following two tabs change content below.
Consulente e Digital Strategist appassionato di educazione digitale e comunicazione sociale. Mi occupo di progetti digitali, di community management e dell'ideazione di strategie web per aziende, liberi professionisti ed enti. Nel tempo libero bevo caffè, apro blog e scatto foto.
Tagged with:
 

10 Responses to Quando scrivere, pubblicare e condividere un post del tuo blog

  1. Alessandro scrive:

    Molto interessante il fatto che raggruppi nella tua analisi la fase creativa, quella di pubblicazione e quella di promozione. Non l’avevo mai visto prima un approccio così completo: mi piace!

    Sulla pubblicazione, anticiperei tra le 7:00 e le 8:30, se il post riporta una news freschissima, sennò, se è un contenuto “sempreverde”, va bene anche un po’ più tardi, come indichi tu.

    Bel post!

  2. Greta scrive:

    Molto interessante. E molto utile. Da travel blogger esordiente e impaziente, ne farò buon uso. Grazie

  3. andrea scrive:

    ciao! grazie per le dritte! io di solito condivido subito di mattina e poi il giorno dopo. forse sarebbe meglio fare come dici tu lo stesso giorno anche di sera. Proverò! grazie e buona serata, ciao Andrea

  4. maria grazia meloni scrive:

    grazie mille per condividere con noi le tue conoscenze.
    sei motivante, chiaro e i tuoi post ispirano al buon lavoro.
    a presto

  5. Riccardo scrive:

    Articolo interessante per impostare una buona metodologia. Io pubblico un post a settimana, so che è un po’ poco ma per il momento preferisco fare poche cose bene piuttosto che inquinare il blog con contenuti raffazzonati.

    • Mattia Marasco scrive:

      E’ una strategia giustissima Riccardo, anche io faccio lo stesso alla fine ma più per un problema di tempo in ogni caso è un’ottima scelta. Il mio è un suggerimento poi ovviamente ognuno lo adatta alla propria situazione. ;)

  6. Audrey scrive:

    Ottimi consigli! E se ne trovano tanti nel tuo blog! A presto!!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

77 Flares Facebook 34 Twitter 29 Google+ 8 LinkedIn 6 Pin It Share 0 77 Flares ×